Percorsi Gastronomici  
 

 

Quella calabrese Ŕ una cucina genuina e fantasiosa, dai sapori forti e decisi, che trae origine dalla mescolanza tra le varie culture che nel corso dei secoli hanno caratterizzato la regione. Tutte le pietanze trovano collocazione in una cucina densa di gustosissime ricette, la cui "povertÓ" Ŕ solamente apparente e finisce per esaltare i sapori senza snaturarli.

Le paste sono per lo pi¨ preparate in casa e sono tante quanti sono i sughi e le salse con i quali vengono servite. Si tratta spesso di sughi fatti con carne (agnello, manzo, maiale, vitello) cotta in un passato di pomodoro prodotto in loco e conservato con olio d'oliva purissimo. Il tutto Ŕ profumato e dal buon peperoncino locale.

Le carni sono generalmente cotte nel sugo o arrostite. Gustosissimo il capretto con le patate al forno e impreziosito con piselli e carciofi a seconda della stagione.

Innumerevoli le verdure e i prodotti dell'orto che fanno da contorno ai piatti principali: melanzane ripiene, peperonate, conserve sott'olio.

Formaggi e insaccati sono specialitÓ calabresi davvero uniche. Tra i formaggi sicuramente un posto importante hanno la provola silana e il formaggio del Monte Poro (Vibo Valentia). Tra gli insaccati le salsicce, le soppressate, i capicolli di maiale.

Anche il pesce, nelle zone costiere dello Ionio, merita un posto di primo piano nella cucina calabrese. Il tonno e i mille modi di gustare il pesce spada, le fritture di pesce di una fauna autoctona, le zuppe, gli intingoli e vari involtini cotti al forno, sono piatti da non perdere.

Dei dolci calabresi si potrebbe fare un elenco lunghissimo: torroni al miele, mostaccioli, pasta dolce farcita con noci, uva passa, cioccolata e spezie, le pitte ' nchiuse, le pastiere di grano e ricotta.